Piano per il Lavoro della Campania, Todisco (De Luca Presidente): «Provvedimento di sinistra che crea occupazione vera»

«Il Piano per il Lavoro della Campania è finalmente una realtà. La giunta regionale ha dato il via alle procedure del concorso che porterà all’assunzione di 10mila figure professionali presso la Pubblica Amministrazione». Lo afferma il consigliere regionale del gruppo «De Luca Presidente» Francesco Todisco che aggiunge: «Si tratta di un risultato straordinario che oltre a creare lavoro darà ossigeno a centinaia di amministrazioni locali vessate dai tagli e da piante organiche drasticamente sottodimensionate». Di qui la stoccata: «Ai critici a prescindere -dichiara-, ricordo che le procedure selettive sono state affidate a un ente terzo, il Formez, al fine di premiare il merito e garantire la massima trasparenza». E’ grande la soddisfazione dell’esponente di Mdp – Articolo Uno che prosegue: «Nel tempo degli annunci e degli slogan, di una politica urlata e fatta di promesse irrealizzabili; nel tempo delle mance e dei condoni, dei diritti calpestati e dell’umiliazione delle intelligenze, il governo regionale, con un provvedimento realmente di sinistra, ha tenuto fede all’impegno assunto con i cittadini creando lavoro vero e consentendo, per questa via, a migliaia di giovani e meno giovani di rimanere in Campania e costruirsi qui, dignitosamente, un futuro».

Buoni pasto, Todisco (De Luca Presidente): verso la rescissione del contratto con Qui!Ticket

Come anticipato nei giorni scorsi, Francesco Todisco, consigliere regionale del gruppo “De Luca Presidente” ha presentato questa mattina un’interrogazione alla giunta De Luca sul caso dei buoni pasto erogati dalla Regione ma, ormai, inutilizzabili per i dipendenti. I ticket restaurant forniti dalla società “Qui!Ticket” non vengono ritirati dalla maggior parte degli esercenti convenzionati a causa dei ritardi, evidentemente insostenibili, con cui la società predispone i pagamenti. Un disservizio che va avanti da tempo, creando un danno ai dipendenti pubblici che ne usufruiscono per un valore di circa 150 euro al mese, e agli esercenti stessi.

«Per questo – commenta Todisco- ho chiesto con forza che, nel più breve tempo possibile, la giunta regionale della Campania provveda all’immediata rescissione del contratto e al blocco dei pagamenti e dei caricamenti di ulteriori ticket attuali e, ovviamente, all’immediata sostituzione con altri buoni pasto spendibili e di indiscussa qualità, sia per quelli già erogati e non spesi, sia per i prossimi».

Dalla giunta, pur essendo assente l’assessore competente, per precedenti impegni istituzionali, «sono giunte rassicurazioni in merito al fatto che sono già in atto tutte le procedure dovute per arrivare ad un’imminente soluzione di un disservizio che incide direttamente nelle tasche dei dipendenti» conclude Todisco.

Todisco (De Luca Presidente) alla Rems di Bisaccia: struttura fondamentale, va salvaguardata

«I detenuti con problemi psichiatrici rappresentano una categoria particolarmente difficile da gestire ed è soddisfacente sapere che l’Irpinia ospita uno dei centri specializzati meglio organizzati del Mezzogiorno». Lo afferma il consigliere regionale del gruppo «De Luca Presidente», Francesco Todisco, che questa mattina, insieme al garante dei detenuti della Campania, Samuele Ciambriello, ha visitato la REMS (Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza) di San Nicola Baronia, in provincia di Avellino.

«Si tratta di una struttura giovane -dice Todisco-, inaugurata solo tre anni fa, e gestita in maniera encomiabile dal dottor Amerigo Russo. Il mio impegno, in qualità di consigliere regionale, è quello di prestare la massima attenzione a tale realtà che attualmente, con i suoi 20 ospiti provenienti da ogni angolo della regione, ha raggiunto il limite massimo di capienza. L’obiettivo -prosegue Todisco- è quello di fare in modo che il livello delle prestazioni alla REMS resti invariato nel tempo e che tanto agli operatori quanto ai detenuti sia garantita la dignità che meritano».

Todisco (De Luca Presidente): Ciampi sia chiaro, nessun ritorno al passato su diritti civili e accoglienza migranti

«Spero che il sindaco Vincenzo Ciampi, nel fare sintesi delle proposte programmatiche ricevute dai suoi alleati, tenga ben presente che la città di Avellino respinge con forza ogni tentativo di ritorno al passato su diritti civili e accoglienza migranti. Mi auguro dunque che Ciampi, con altrettanta fermezza, spieghi al centrodestra, suo sostenitore al ballottaggio, che mai e poi mai la sua amministrazione si rifiuterà di registrare presso l’anagrafe comunale “surrogati matrimoniali omosessuali” o “fantasiose genitorialità innaturali”, così come mai e poi mai dai banchi dell’aula arriverà alcun sostegno a proposte che sanno troppo di boutade salviniane, come quella di istituire un sistema di “controllo e continuo monitoraggio della presenza di richiedenti asilo sul territorio cittadino” tramite la raccolta di impronte digitali dei migranti ospiti dei centri di accoglienza». E’ questo l’appello che Francesco Todisco, consigliere regionale di Articolo Uno Mdpiscritto al gruppo “De Luca Presidente”, rivolge al neosindaco di Avellino Vincenzo Ciampi.

«E’ sbagliato liquidare la questione diritti civili definendola “non prioritaria” per la città – prosegue Todisco- chi amministra ha il dovere di far fronte all’emergenza amministrativa sicuramente, ma senza per questo creare alibi per politiche discriminatorie. Non vorremmo che per qualcuno- prosegue Todisco- il governo di salute pubblica, dovuto alla anomala composizione del Consiglio, diventi una mediazione al ribasso su importanti passi in avanti fatti dalla nostra comunità, tra le prime in Italia a celebrare le unioni civili tra persone dello stesso sesso e sempre pronta a scendere in piazza contro ogni discriminazione, come dimostrano le recenti manifestazioni. Istituzionalizzare restrizioni di diritti ormai acquisiti sarebbe un grave errore. Siamo certi che Ciampi non vorrà essere il Sindaco di un governo di esclusione e saprà per questo placare, prima ancora del suo insediamento, le evidenti contraddizioni politiche che caratterizzano la sua amplia e variegata “alleanza” che l’ha supportato al secondo turno. Avellino ha davanti a sé una delicata questione di governabilità a fronte di una volontà inequivocabile da parte degli avellinesi. Ho ribadito in più di un’occasione che il centrosinistra debba andare a un confronto squisitamente tematico sul quale garantire la governabilità della città. Il rispetto di leggi che hanno rappresentato piccoli ma importanti passi in termini di civiltà e di rispetto di tantissime esistenze, è una precondizione per qualsivoglia dialogo amministrativo. L’amministrazione senza politica è una roba destinata a durare poco. Ciampi affermi senza timori e timidezze che il Sindaco di questa città non accetta dichiarazioni dal tono provocatorio e discriminatorio e che ogni atto emanato dal Comune sarà fatto per includere nella nostra comunità ogni esistenza, così com’è».

todisco paesaggio

Il comizio di Francesco Todisco

Appassionato, emozionato, coraggioso. Francesco Todisco, alla fine della sua campagna elettorale, ripercorre tutto il suo cammino in un ragionamento complessivo sul suo impegno politico e sulla nuova idea di Irpinia da portare in Regione.

(altro…)

Avellino

Un’idea diversa di Avellino

Avellino non ha identità perchè si è smesso di pensare a lei come una città che può avere un ruolo centrale nelle dinamiche provinciali e regionali.

(altro…)

in regione ci porto l'irpinia

Una politica che cerca il confronto

Riscoprire un modo di fare politica, basando il dibattito sul confronto di idee anche contrastanti.

(altro…)

Todisco preferenza

Un impegno per l’Isochimica

Francesco Todisco indica come primo impegno ed atto simbolico quello di portare all’attenzione del consiglio regionale il caso dell’ ex Isochimica di Avellino.

(altro…)

in regione ci porto l'irpinia

Perché una terra generosa

Un ragionamento diverso su questa terra è possibile se si intrecciano sinergicamente le preesistenze produttive territoriali con un’industria votata all’innovazione ed alla tecnologia. (altro…)

Aperitivo con Francesco Todisco

Cambiare un racconto di Irpinia che dice che non c’è possibilità per le nuove generazioni di restare.

(altro…)