Piano per il Lavoro, Todisco (De Luca Presidente): «I Comuni si affrettino, il 18 scadono i termini per l’adesione»

«Con la presentazione odierna di Sant’Angelo dei Lombardi si conclude la prima fase di presentazione del Piano per il Lavoro promosso dalla giunta regionale della Campania». Lo afferma il consigliere regionale del gruppo “De Luca Presidente” Francesco Todisco che in queste settimane ha toccato decine di Comuni in Irpinia e nel resto della regione, tra cui quelli di grandi centri come Avellino, Torre del Greco e Castellammare di Stabia, per illustrare il provvedimento.

«Questa prima serie di incontri -spiega Todisco- è stata rivolta in particolar modo agli amministratori locali. Il prossimo 18 dicembre, infatti, scadranno i termini per i Comuni per aderire alla piattaforma che porterà nei prossimi mesi alla selezione di 10mila cittadini cui sarà offerto un tirocinio retribuito di 10 mesi presso la Pubblica Amministrazione propedeutico ad una assunzione a tempo indeterminato presso la stessa».

Subito dopo avrà inizio una fase di verifica. «La Regione e il Formez -dice Todisco- saranno impegnati a certificare le capacità assunzionali dei Comuni che hanno aderito per redigere un piano del fabbisogno».
L’esponente della sinistra si dice soddisfatto per il riscontro ottenuto, visto che fino ad ora sono stati già coinvolti oltre 200 Comuni, e plaude alla giunta della Campania «che ha avuto il merito di elaborare una proposta concreta che dà una risposta di dignità alla crisi occupazionale del nostro Paese e non illude i cittadini con promesse, per altro assai vaghe, di sussidi e redditi di cittadinanza».

Piano lavoro, Todisco (De Luca Presidente) boccia M5S: altro che paghetta di Stato

Intervista con il direttore di Otto Channel Pierluigi Melillo sul piano lavoro della Regione Campania.Una speranza per i giovani della Campania. Altro che reddito di cittadinanza, questa è la strada per rilanciare seriamente l’occupazione.  “E’ una grande opportunità culturale – nota l’esponente del gruppo De Luca Presidente – rispetto a chi pensa che il problema della disoccupazione possa essere affrontato con un reddito, una sorta paghetta di Stato. No, il riscatto dei giovani va perseguito attraverso la grande leva di dignità che è il lavoro”. Diecimila assunzioni negli enti locali. E’ questo l’obiettivo del piano messo sul tavolo dal governatore regionale. Todisco chiarisce: “In questa fase stiamo verificando il fabbisogno dei comuni campani, quelli che aderiranno avranno preventivamente certificato la loro capacità di assumere. I bandi – spiega ancora il consigliere regionale – partiranno verso gennaio, tutti i disoccupati senza limite di età potranno partecipare a una selezione per un periodo di tirocinio negli enti locali, alla fine del quale i comuni potranno decidere di stabilizzare queste persone”. Inizialmente ci sono stati forti timori da parte dei comuni. “Si, è vero. Ma ormai tutti i dubbi e le perplessità sono state spazzate via. Non avremo ogni comune che farà un concorso, ma ci sarà un test centralizzato in cui varrà il merito. Saranno poi le persone a scegliere dove fare il tirocinio. E’ un’opportunità, la regione mette 106 milioni in questa fase di selezione e altri 100 per il tirocinio dei disoccupati. I comuni vivono una fase di grave carenza di organico. Molti funzionari sono andati in pensione e non sono stati sostituiti. E’ l’ora di invertire questa tendenza”

 

 

Emergenza ambientale a Solofra, Todisco (De Luca Presidente) chiede l’intervento di Bonavitacola

Il consigliere regionale Francesco Todisco interroga l’assessore all’ambiente Fulvio Bonavitacola in merito alla questione ambientale del distretto Solofrano. Un’interrogazione scritta, quella presentata in mattinata dal consigliere del gruppo “De Luca Presidente”, per chiedere al Governo regionale a che punto sia il procedimento ambientale di bonifica del sito Corcorsol e se esistano pericoli immediati per la salute della popolazione esposta anche alla luce dell’ultima conferenza dei servizi tenutasi presso il Comune di Solofra e che ha visto una sostanziale divergenza tra i soggetti competenti chiamati in causa; se nell’ambito del piano di caratterizzazione della falda solofrana montorese redatto dall’Alto Calore Irpino sia stato considerato il sito Corcorsol come potenziale fonte di contaminazione anche alla luce del rinvenimento di una notevole quantità di rifiuti interrati; se esistano le condizioni di riconoscere il territorio comunale di Solofra visto il grave stato di compromissione ambientale diffuso come area vasta nell’ambito del Piano Regionale di bonifica ai sensi dell’articolo 7 Aree Vaste.

«Ogni progetto di rilancio industriale di quello che è stato fra i più rilevanti poli del Mezzogiorno, parte dalle certezze in termini di bonifica del territorio. Alla situazione già complessa di tutta l’area si aggiunge anche la particolare situazione del sito “Corcosol” intorno al quale ci sono tanti interrogativi sul relativo procedimento di bonifica- commenta l’esponente di Articolo Uno-Mdp- Ho interrogato il Vicepresidente Bonavitacola perché possa ricostruire tutti i passaggi fatti finora dalla Regione ed evidenziare eventuali lacune, omissioni o responsabilità da parte di altri soggetti coinvolti perché siano chiariti i passaggi amministrativi e operativi che devono essere ancora realizzati perché l’area solofrana sia completamente bonificata».

Piano per il lavoro Todisco (De Luca Presidente): “prima risposta a tanti giovani che avranno la possibilità di lavorare al servizio del territorio”

“Piano per il lavoro, si parte”. E’ questo il tema dell’incontro promosso dalla Regione Campania per incontrare ed informare gli amministratori irpini del nuovo piano assunzioni della pubblica amministrazione. L’appuntamento, previsto per domani alle ore 10.30 presso la Sala Blu del Carcere Borbonico, vedrà la partecipazione del consigliere regionale del gruppo “De Luca Presidente” Francesco Todisco, della dirigente ufficio di gabinetto della Regione Campania Roberta Santaniello e del consigliere delegato del Presidente per la riforma della Pubblica Amministrazione Pasquale Granata.

«Obiettivo del seminario- spiega Todisco- è quello di informare gli amministratori locali sugli atti da porre in essere per aderire al Piano per il lavoro varato dalla Regione Campania. Sono 10.000 le assunzioni previste dal programma di Palazzo Santa Lucia che ha incaricato il Formez di avviare le necessarie procedure selettive.
Si tratta di un’occasione attesa da tempo e che ora non può essere sprecata. L’incontro di domani è un tassello fondamentale nell’ottica di una forte collaborazione tra Regione e amministrazioni locali, necessaria affinché gli enti campani possano finalmente avere nuova linfa per servire al meglio le nostre comunità e per dare una prima significativa risposta occupazionale a tanti giovani che, per preparazione e capacità, avranno finalmente la possibilità reale di lavorare al servizio dei territori».

 

Piano Energetico Ambientale, Todisco (De Luca Presidente): regolamentazione del settore, tutela del paesaggio e argine ad infiltrazioni criminali

Il consiglio regionale ha approvato le norme di attuazione del Piano Energetico Ambientale. Un passaggio fondamentale che dà alla giunta guidata dal Presidente Vincenzo De Luca linee di indirizzo specifiche per un settore che è al tempo stesso strategico per un territorio come quello dell’Alta Irpinia, ma necessita di un quadro legislativo chiaro che tuteli il paesaggio e dia garanzie di argine rispetto a fenomeni di infiltrazione malavitosa negli appalti degli impianti eolici.

Ad esprimere particolare soddisfazione, il consigliere regionale del Gruppo “De Luca Presidente”, Francesco Todisco che, a più riprese, ha acceso i riflettori sulla questione ambientale soprattutto dopo gli inquietanti attentati ai parchi eolici di Lacedonia e dintorni. «L’approvazione di queste norme di attuazione in consiglio regionale è una premessa indispensabile dal punto di vista legislativo affinché la giunta possa approvare il piano energetico regionale. Avevamo preso un impegno-ricorda Todisco- proprio in Irpinia, insieme alla commissione regionale anticamorra riunitasi a Lacedonia lo scorso 25 settembre, quello di dare certezze rispetto ad un caos normativo che favorisce l’aggressione al territorio e al paesaggio nonché gli interessi di gruppi criminali. Con questo atto approvato in consiglio regionale, poniamo le fondamenta indispensabili affinché la giunta possa approvare il piano energetico regionale in tempi brevi. Ora che finalmente abbiamo certezze assolute entro le quali muoverci in un ambito che può essere foriero di uno sviluppo sostenibile, sta all’esecutivo accelerare l’iter affinché gli indirizzi del consiglio trovino piena e concreta attuazione».

Todisco (De Luca Presidente): «Faremo la nostra parte, ma il Governo deve dare risposte urgenti»

«L’Irpinia può avere ancora un destino industriale, lo dimostrano gli stabilimenti di Industria Italiana Autobus ed Fca. La mancanza di certezze e politiche di sviluppo chiare fa sorgere più di una preoccupazione per il futuro di questi insediamenti. Il Governo ha il dovere di dare risposte concrete che vadano oltre i tweet-spot». Ad affermarlo è Francesco Todisco, consigliere regionale del gruppo De Luca Presidente, invitato dalla Fiom Cgil alla manifestazione tenutasi dinanzi i cancelli della Fca di Pratola Serra. Dopo l’annuncio della Fiat di abbandonare la produzione dei motori diesel da gennaio 2022, il futuro per l’azienda irpina è dipinto a tinte fosche. «Il Governo deve dare risposte sul destino dei lavoratori e sugli ammortizzatori sociali, pretendiamo sia convocata d’urgenza, e non solo annunciata, una riunione al Mise con il Ministro al Lavoro Luigi Di Maio chiamato a fare fino in fondo il proprio dovere per la Fca, Industria Italiana Autobus, piattaforma logistica e stazione Hirpinia -ha continuato il consigliere regionale assicurando l’impegno anche di Palazzo Santa Lucia – faremo la nostra parte per aprire un dibattito sul destino industriale degli stabilimenti di Pratola Serra e di Pomigliano d’Arco, tasselli fondamentali per il tessuto produttivo della Regione Campania».

Piano per il Lavoro della Campania, Todisco (De Luca Presidente): «Provvedimento di sinistra che crea occupazione vera»

«Il Piano per il Lavoro della Campania è finalmente una realtà. La giunta regionale ha dato il via alle procedure del concorso che porterà all’assunzione di 10mila figure professionali presso la Pubblica Amministrazione». Lo afferma il consigliere regionale del gruppo «De Luca Presidente» Francesco Todisco che aggiunge: «Si tratta di un risultato straordinario che oltre a creare lavoro darà ossigeno a centinaia di amministrazioni locali vessate dai tagli e da piante organiche drasticamente sottodimensionate». Di qui la stoccata: «Ai critici a prescindere -dichiara-, ricordo che le procedure selettive sono state affidate a un ente terzo, il Formez, al fine di premiare il merito e garantire la massima trasparenza». E’ grande la soddisfazione dell’esponente di Mdp – Articolo Uno che prosegue: «Nel tempo degli annunci e degli slogan, di una politica urlata e fatta di promesse irrealizzabili; nel tempo delle mance e dei condoni, dei diritti calpestati e dell’umiliazione delle intelligenze, il governo regionale, con un provvedimento realmente di sinistra, ha tenuto fede all’impegno assunto con i cittadini creando lavoro vero e consentendo, per questa via, a migliaia di giovani e meno giovani di rimanere in Campania e costruirsi qui, dignitosamente, un futuro».

Criminalità organizzata, Todisco (De Luca Presidente): «Commissione in Alta Irpinia per dare un segnale chiaro della presenza dello Stato»

«La grande attenzione rivolta all’arrivo della Commissione Regionale Anticamorra in Alta Irpinia dimostra che la popolazione ha inteso il senso profondo di questo appuntamento e che, soprattutto, ha voglia di dare un segnale chiaro ed inequivocabile ai poteri criminali che tentano di allungare i propri tentacoli sul territorio». Lo afferma il consigliere regionale del gruppo «De Luca Presidente» Francesco Todisco, promotore dell’iniziativa che avrà luogo nella mattinata di martedì a Lacedonia, che in queste ore sta raccogliendo un numero sempre crescente di adesioni da parte degli attori territoriali.

«La presenza della Commissione in Alta Irpinia -spiega Todisco- sta ad indicare la volontà dello Stato di affermare il proprio impegno nel contrasto alle attività poste in essere dalle organizzazioni criminali sul territorio. L’organismo, infatti, verrà ad ascoltare i rappresentanti delle istituzioni, delle realtà associative e dei comitati civici per capire come questa fetta d’Irpinia ha vissuto e sta vivendo una fase tanto delicata». Per l’esponente di «Mdp – Articolo Uno», sono due gli elementi che hanno determinato lo status quo. «Da un lato -dice- il territorio ha subito una implementazione in termini di costruzione delle pale eoliche attraverso una legislazione incapace di tutelare a pieno gli interessi territoriali e di armonizzare realmente lo sviluppo delle fonti d’energia alternative con la tutela del territorio; dall’altro, invece, ha dovuto fare fronte ai pesanti e virulenti interessi delle organizzazioni criminali su tali impianti».

Di qui, la necessità di voltare pagina. «La venuta della Commissione, oltre che quella dell’assessore alla Sicurezza, Franco Roberti, la cui storia personale è strettamente legata all’impegno contro la criminalità organizzata, -conclude Todisco- dice che lo Stato c’è ed è pronto a fare la propria parte in difesa di un territorio sul quale non sempre c’è, nell’opinione pubblica, la necessaria attenzione ritenendolo distante da determinate logiche criminali».

Attentati pale eoliche, Todisco (De Luca Presidente) annuncia l’arrivo della commissione anti camorra a Lacedonia

La commissione anticamorra della Regione Campania arriva a Lacedonia. A richiederne l’intervento, previsto per il prossimo 25 settembre, il consigliere regionale del gruppo “De Luca Presidente“, Francesco Todisco.

«Saremo a Lacedonia per provare a far luce sugli attentati che hanno interessato le pale eoliche presenti su questo pezzo importante di territorio altirpino. E’ evidente- commenta l’esponente di Articolo Uno Mdp- che dietro gli attacchi subiti c’è una vera e propria organizzazione criminale che ha aggredito questi interessi economici. Vogliamo ascoltare le istituzioni, gli imprenditori del settore, i rappresentanti delle associazioni locali. Sarà un’occasione utile anche per ragionare insieme su ciò che questo territorio vuole rappresentare dal punto di vista ambientale, su come la produzione energetica possa rendere più forte questa comunità. Sicurezza, ambiente ed economia devono necessariamente viaggiare insieme. L’una condizione senza le altre, non può portare ad uno sviluppo strutturato e condiviso, ma rischia solo di mettere ulteriormente a rischio la serenità del territorio».

IIA, Todisco (De Luca Presidente): «L’impegno continua, la Regione sia protagonista»

«Dopo l’esito positivo dell’incontro del Mise, l’impegno per gli stabilimenti di Industria Italiana Autobus continua». Lo afferma il consigliere regionale del gruppo «De Luca Presidente» Francesco Todisco che aggiunge: «Auspico un ruolo determinato della Regione Campania teso a difendere il lavoro e la produzione. Ancora molti restano gli interrogativi a cui il governo deve dare risposta, quella della IIA è una vertenza nazionale sulla quale può essere misurata la qualità delle politiche industriali che si intendono mettere in campo». Per l’esponente di Articolo Uno – Mdp, «bene hanno fatto Vasco Errani ed i senatori di Liberi e Uguali ad interrogare il ministro. Ad ogni livello l’attenzione sulla vertenza è massima. Passo dopo passo -conclude-, come facciamo da ormai sette anni, andremo avanti».