Home

Ape rossa idee, progetti e futuro per la nostra terra Irpinia Avellino
ape rossa

L’ape rossa

Perché l’ape rossa? L’ape è essenziale per la natura. È un animale che partecipa, collabora, costruisce insieme agli altri un ambiente migliore rispetto a quello che trova. Ama la realtà in cui vive. Si sente parte di un collettivo e con quel collettivo lavora per rendere migliore la propria comunità.

0 comments

Su di me

Non siamo tutti dalla stessa parte. E io ho scelto da che parte stare. Quella che ha sete di uguaglianza, di libertà e di giustizia sociale. Sono un uomo di parte. E proprio per questo non mi nascondo e non cancello le differenze che ci sono. E credo che sia proprio in questa volontà di tenere vive le differenze …


 

Ape rossa blog

Delle “unioni civili”, di Alfano, della “questione omosessuale”.

Si avvicinano i giorni in cui al Senato si inizierà a discutere delle “unioni civili” e Alfano fa sapere che questo punto non fa parte del programma di governo, né tanto meno ne fa parte la disciplina sulle adozioni o sull’affido.

0 comments

La mobilità ad Avellino. E le idee che mancano.

Ho letto con interesse l’intervista rilasciata a “Il Mattino” odierno dall’assessore Tomasone, che prova a riaprire il dibattito sulla mobilità pubblica. Insistendo, per le sue funzioni, molto di più sulla mobilità interna. Alcune considerazioni sono condivisibili: la realizzazione delle corsie preferenziali per gli autobus e la realizzazione di nuovi parcheggi, fra le altre.

0 comments

Notizie

IIA, Todisco (De Luca Presidente): «Basta indugi, il governo convochi un tavolo al Mise»

«Che siano i profughi della Diciotti o i lavoratori degli stabilimenti IIA, questo governo è buono solo a generare ostaggi». Lo afferma il consigliere regionale del gruppo «De Luca Presidente» Francesco Todisco. «È terribile -prosegue- quello che in queste ore si sta consumando sulla pelle dei lavoratori dei due stabilimenti di Industria Italiana Autobus. Occorre riattivare i canali di comunicazione istituzionali tra azienda, ministero, Invitalia e lavoratori». «Con preoccupazione -ricorda l’esponente del gruppo De Luca Presidente, avevamo evidenziato le difficoltà che la vertenza cominciava a porre sia alle maestranze dei due stabilimenti che alla sostanza del progetto sin qui incardinato per IIA. Resta da scongiurare, senza l’intervento di nuovi elementi, l’assemblea dei soci di Industria Italiana Autobus già convocata per questo lunedì. La Regione Campania, insieme a quella dell’Emilia-Romagna faccia sentire forte la sua voce. Il ministro Di Maio, dovrà rispondere anche in Parlamento». «Nelle prossime ore -conclude Todisco- sarà presentata una interrogazione parlamentare, al Senato, da parte dei senatori di Liberi e Uguali con Vasco Errani come primo firmatario».

0 comments

FCA, Todisco (De Luca Presidente): «La Regione chieda al Mise l’apertura di un confronto»

«Occorre riaprire il confronto su FCA. Anche la Regione Campania ha il dovere di avanzare al governo la richiesta di convocazione, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, di un incontro per chiarire quale politica industriale il gruppo Fiat-Chrysler voglia adottare per gli stabilimenti italiani». Lo afferma il consigliere regionale del gruppo «De Luca Presidente» Francesco Todisco. «Nonostante proprio a Pomigliano, l’allora FIAT, abbia voluto ridefinire, in un doloroso braccio di ferro, contratti e strategie produttive -spiega l’esponente di Articolo Uno – Mdp, restiamo ancora lontani dagli obiettivi annunciati col vecchio piano industriale e, con la fine della produzione del modello Panda, appaiono poco chiari gli obiettivi del gruppo riguardo quel polo produttivo. Altrettanto da ridefinire -prosegue- restano le politiche industriali che potrebbero interessare Pratola Serra dopo la stretta globale sui motori diesel ed il ritardo di FCA sulle politiche dell’ibrido, dell’elettrico e delle emissioni zero». Dunque, l’affondo: «Le scelte della FIAT, storicamente, hanno sempre parlato al Paese ed alla sua capacità di tenuta, è tempo, quindi, che gli enti locali e le Regioni interessate dalla presenza del gruppo FCA chiedano l’apertura di una discussione con il nuovo management e, se ci sono, siano messe a conoscenza delle scelte di politica industriale che l’attuale governo intende perseguire».

0 comments

 

Il nostro territorio

 

 

Prossimi eventi

 

Al momento non ci sono Eventi in programma
Sto caricando la mappa ....

Leave a Reply